PERITONITE ACUTA SECONDARIA

Quali sono i sintomi della peritonite acuta secondaria? Il paziente avverte un forte dolore continuo che tende a diffondersi a tutto l’addome. Il dolore aumenta con i movimenti. E’ presente febbre, vomito, alvo chiuso a feci e gas, tachicardia, stato di shock, oliguria e iperazotemia.

Come si presenta il paziente affetto da peritonite?

Il paziente resta immobile e tende a piegarsi su se stesso, è pallido e presenta tachipnea superficiale.

Quali sono i segni addominali?

L’addome è contratto. Si può notare una immobilità della parete addominale e non è presente la respirazione addominale.Si ha una contrattura muscolare e, di conseguenza, palpando l’addome è evidente una resistenza invincibile.

 Nelle fasi iniziali la contrattura addominale può essere circoscritta o può prevalere in alcune zone.

Nei pazienti anziani, obesi e con ipotrofia muscolare la contrattura non è molto marcata.

Inoltre, mentre nelle fasi iniziali il dolore provocato è intenso, successivamente, a causa della contrattura addominale, con la palpazione riusciamo a provocare una dolorabilità limitata. Però, con la palpazione superficiale possiamo provocare un’iperestesia cutanea.

All’ascoltazione dell’addome non si notano rumori intestinali.

Con l’esplorazione rettale o vaginale si provoca dolore e resistenza nello sfondato di Douglas.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.