L’OBESITA’ INFANTILE

L’obesità infantile ha subito un aumento a livello mondiale. Si è notata soltanto una lieve diminuzione in alcuni paesi. Ciò costituisce un problema di sanità pubblica.

L’obesità che si manifesta in età evolutiva tende a persistere anche in età adulta. Inoltre il sovrappeso e l’obesità hanno un’influenza immediata sulla salute fisica e psichica del bambino e dell’adolescente e sono importanti fattori di rischio per malattie cardiovascolari, diabete e morte prematura.

Sono necessari interventi urgenti per contrastare questo fenomeno.

L’epidemia di obesità infantile e adolescenziale è globale e colpisce tutte le regioni del mondo, anche i paesi dove è diffusa la denutrizione e il sottopeso.

Infatti, è stata evidenziata la coesistenza, nelle stesse popolazioni, di un doppio tipo di malnutrizione.

E’ necessario adottare misure idonee per aiutare i genitori e i sanitari a riconoscere adeguatamente la condizione di obesità, di sovrappeso e di denutrizione del bambino e a prendere i provvedimenti adatti ad annullare o almeno a mitigare il rischio di esiti avversi.

Ai genitori di bambini obesi che accedono alle strutture di assistenza sanitaria di base, i medici dovrebbero offrire una consulenza nutrizionale generale.

E’ necessaria anche la promozione dell’allattamento materno fino a 24 mesi o oltre.

Non è raccomandata la somministrazione di alimenti supplementari, per il trattamento della crescita, ai bambini che presentano solo un modesto e non preoccupante stato di denutrizione.

Gli alimenti supplementari potrebbero essere somministrati ai bambini che vivono in ambienti, come la famiglia o la comunità, in cui c’è insicurezza alimentare o c’è frequenza di denutrizione e di arresto della crescita.

Possono essere usati anche per curare il singolo bambino che richiede un trattamento appropriato alle sue particolari condizioni cliniche.

Inoltre, dovrebbe essere fornita una gestione appropriata ai bambini identificati come obesi che accedono alle strutture sanitarie primarie.

 La gestione può essere offerta da un medico a livello di assistenza sanitaria di base, se adeguatamente formato, altrimenti la gestione spetta alle strutture sanitarie e alle cliniche adeguate alla gestione dei casi di obesità infantile.

Inoltre, a tutti i bambini che accedono alle strutture sanitarie di base, bisogna misurare il peso e l’altezza, per individuare lo stato nutrizionale, tenendo in considerazione gli standard di crescita del bambino dell’OMS.

A tutti i bambini che accedono alle strutture sanitarie primarie può essere misurata la circonferenza della parte medio-superiore del braccio.

Questa metodica è utile perché riesce ad identificare i bambini con malnutrizione, o meglio con deperimento acuto, grave o moderato.

Ma questa metodica non può essere usata per determinare sovrappeso e obesità, perché non ci sono ancora valori convalidati.

Inoltre, ai genitori può essere offerta anche una consulenza circa l’utilità e la pratica di attività fisica per prevenire l’obesità infantile o il suo peggioramento.

Per la promozione della salute del bambino non bisogna concentrarsi sui risultati a breve termine, ma bisogna dare importanza alla prevenzione dell’obesità, considerando le conseguenze a lungo termine.

Infatti, è stato notato che molti bambini nati con basso peso hanno subito un aumento del peso durante l’infanzia.

Le cause di questo fenomeno sono numerose.

L’obesità spesso è causata da iperalimentazione unita a diminuzione dell’attività fisica, aumento del benessere economico unito a maggiore consumo di alimenti non salutari sia in famiglia che fuori casa, visione eccessiva della televisione, abitudini dietetiche sbagliate.

Si è parlato e si è fatto molto per la prevenzione dell’obesità nell’adulto. Ma adesso è urgente e necessaria la prevenzione dell’obesità nell’infanzia, per le conseguenze anche gravi che può avere per il bambino e per l’adolescente e anche per le ripercussioni che ci possono essere successivamente nell’età adulta.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.