L’OLIO DI OLIVA

vitamin vegetable salad on table with bottle of oil

L’olio di oliva è un alimento antico usato nell’alimentazione dei popoli della civiltà mediterranea e soprattutto in quella dei popoli greci e italici. Secondo la mitologia greco-italica la divinità della forte sapienza, Minerva, avrebbe donato ad Atene l’ulivo, perché l’olio e il frutto dell’ulivo erano un condimento nutriente ed un mezzo per le lotte degli atleti e per le attività delle palestre e anche perchè l’olio alimentava la lampada della studiosa veglia cioè della lucubrazione. Molti illustri scrittori hanno descritto come i nostri antenati curavano l’ulivo che era considerata una pianta sacra. L’olio di oliva rappresentava un dono divino soprattutto, perchè era incorruttibile e si poteva conservare per anni semplicemente tenendolo chiuso in contenitori di terra cotta.

Forse per questo motivo, cioè per la sua incorruttibilità, il Cristianesimo considera l’olio santo come il crisma degli Uniti del Signore e lo usa nei riti religiosi e nell’unzione degli infermi e nei moribondi. L’olio veniva considerato in grado di trasmettere questa incorruttibilità al corpo umano che rischia di corrompersi, di decomporsi.

Questa virtù dell’olio viene usata anche per impedire la fermentazione acetica del vino, stratificando la superficie del vino in bottiglia con olio per evitare il contatto con l’aria, perché nell’olio non si riproducono batteri o muffe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.