ALS NELL’ADULTO DURANTE PANDEMIA COVID-19

coronavirus

AGGIORNAMENTO

Durante la pandemia da Covid-19 vi è un elevato rischio di trasmissione dell’infezione di SARS-COV-2 in ambito sanitario.

Quindi, quando viene offerta l’assistenza avanzata è necessario adottare molte precauzioni per proteggere sé stessi e i pazienti ricoverati in ospedale.

Bisogna usare queste precauzioni:

  • Identificare subito i pazienti con rischio di arresto cardiaco  o in stato di deterioramento. Adottare le misure adeguate per prevenire l’arresto cardiaco.
  • Indossare i dispositivi di sicurezza e usare tutte le precauzioni quando si effettua la RCP.
  • In ospedale esistono sistemi particolari di monitoraggio che permettono di individuare i pazienti critici.
  • In alcuni casi  particolari è opportuno evitare la RCP perché questa è inutile. Ad esempio in caso di arresto cardiaco di un paziente che ha insufficienza respiratoria severa COVID-19  se non è indicata l’intubazione tracheale e la ventilazione meccanica o il supporto d’organo multiplo. In questo caso il paziente non potrebbe sopravvivere ai tentativi di rianimazione.
  • Prima di effettuare la RCP usare queste precauzioni:
  • Indossare i dispositivi per aerosol, cioè maschera FFP3 o in mancanza di questa maschera FFP2.
  • Proteggere occhi e faccia.
  • Indossare camice a maniche lunghe e guanti doppi. Controllare se è presente un filtro antivirale per filtrare l’aria espirata  tra il pallone ambu e i dispositivi, cioè maschera , dispositivo sovra glottico, tubo tracheale.
  • Quando si applicano le placche del DAE e si eroga la scarica, si indossa la maschera chirurgica impermeabile, la protezione per gli occhi, il camice impermeabile e i guanti. Questa procedura non genera aerosol, ma è consigliabile usare ugualmente le mascherine FFP3 o FFP2 se sono disponibili.
  • In caso di arresto cardiaco in ospedale, agire in questo modo:
  • Se un paziente è incosciente e non respira normalmente, chiedere aiuto.
  • Non avvicinare la propria guancia vicino al volto della vittima. Controllare se è percepibile il polso e se ci sono segni di vita.
  • Dire a qualcuno di fare una telefonata al numero prestabilito, per avvisare che si è verificato un arresto cardiaco in COVID
  • Inviare qualcuno a prendere un defibrillatore.
  • Accendere il defibrillatore. Seguire le istruzioni. Se il paziente ha fibrillazione ventricolare o tachicardia ventricolare senza polso, erogare la scarica. Se è necessario, effettuare la RCP e indossare i DPI per aerosol.
  • Invitare le persone non necessarie a non entrare nella stanza e a stare a distanza dalla vittima in una posizione protetta.
  • Se non si notano segni di vita effettuare le compressioni toraciche prima dell’arrivo del pallone auto-espansibile.  Inoltre mettere una maschera sul paziente e erogare ossigeno.
  • Quando arriva il pallone ambu auto-espansibile effettuare compressioni toraciche e ventilazioni con un rapporto 30:2.
  • Deve essere presente un filtro antivirale per l’aria espirata,  tra il pallone ambu e il presidio per le vie aeree, cioè la maschera, il dispositivo sovra-glottico e il tubo tracheale.
  • Ridurre al minimo indispensabile la ventilazione con pallone-maschera.
  • Nella pausa tra le 30 compressioni, il soccorritore deve comprimere la maschera per evitare la produzione di aerosol. L’operazione di ventilazione con pallone ambu deve essere eseguita da due operatori.
  • Una persona esperta effettua l’inserimento di un presidio sovra-glottico e l’intubazione del paziente al più presto, per ridurre al minimo la ventilazione con pallone maschera.
  • Se si usa la video-laringoscopia per l’intubazione, l’operatore può rimanere lontano per più tempo dalla bocca del paziente.
  • Interrompere prima le compressioni toraciche, se i medici hanno trattato le cause reversibili di arresto cardiaco. Usare il sistema meccanico di compressioni toraciche, se è necessario effettuare compressioni per molto tempo.
  • Effettuare attentamente la svestizione, per evitare l’auto-contaminazione.
  • Se il paziente è intubato al momento dell’arresto cardiaco agire inquesto modo:
  • Indossare i DPI per aerosol.
  • Se il paziente è intubato e con ventilazione meccanica, non eliminare il circuito di ventilazione mentre si effettua la RCP. Così si evita la dispersione di aerosol.
  • Aumentare la FiO2 a 1 il ventilatore deve erogare 10 atti al minuto.
  • Controllare il buon funzionamento del ventilatore e del circuito.
  • Effettuare la disconnessione del ventilatore in modo da evitare la generazione di aerosol. Seguire le istruzioni adeguate.
  • Se le procedure locali prevedono RCP con sole compressioni ed eventuale ossigenazione passiva ( per arresto cardiaco sia intra che extra ospedaliero) effettuare subito intubazione per non usare il pallone maschera, in modo da evitare produzione di droplets.
  • Usare due paia di guanti durante la RCP, per evitare auto-contaminazione durante la svestizione.