PROTEZIONE DALLE FERITE DA TAGLIO E DA PUNTA PER GLI OPERATORI SANITARI

close up view of person holding a vaccine

Gli operatori che lavorano nel settore sanitario sono esposti al rischio di ferite da taglio e da punta.

I dispositivi medici taglienti sono necessari per svolgere attività in ambito sanitario e sono considerati attrezzature di lavoro.

Per prevenire le ferite e per evitare la trasmissione delle infezioni sono necessarie misure di prevenzione specifiche che riguardano anche lo smaltimento dei dispositivi medici taglienti.

Gli operatori sanitari devono essere in grado di lavorare in condizioni di sicurezza e per questo devono essere anche adeguatamente formati.

Inoltre è anche importante considerare un’organizzazione adeguata del lavoro, l’uso di tecnologie avanzate, fattori psicosociali che influenzano il lavoro e l’ambiente di lavoro, la partecipazione attiva del lavoratore per la realizzazione della prevenzione e la promozione della segnalazione degli infortuni.

L’ambiente di lavoro deve essere organizzato in base alla valutazione dei rischi di infezione a causa di contatto con sangue e altri agenti biologici per ferite o per altri contatti pericolosi.

Quindi, in presenza di questi rischi nell’ambiente di lavoro, bisogna adottare varie misure preventive idonee.

Devono essere installati nel luogo di lavoro contenitori per la manipolazione e lo smaltimento dei dispositivi medici taglienti necessariamente vicino al posto in cui vengono utilizzati.

Devono essere eliminati gli oggetti taglienti inutili.

Devono essere usati dispositivi medici dotati di meccanismi di protezione e di sicurezza.

Non bisogna reincappucciare manualmente gli aghi.

E’ necessaria una profilassi in caso di ferite o punture.

E’ anche opportuno fornire un’informazione relativa ai rischi legati all’esposizione al sangue e ad altri liquidi organici per l’uso di dispositivi medici taglienti. L’informazione deve riguardare anche la segnalazione dettagliata riguardante le modalità dell’infortunio, l’importanza dell’immunizzazione e i vantaggi e svantaggi della vaccinazione o della mancata vaccinazione.

E’ necessario pianificare le procedure da adottare in caso di punture o ferite. In caso di ferita devono essere prestate le cure e la profilassi post-esposizione, gli esami medici e l’assistenza psicologica, se è necessaria.

Inoltre bisogna effettuare la corretta notifica rispettando la riservatezza del lavoratore. E’ opportuno un successivo monitoraggio per individuare le misure di prevenzione che devono essere adottate.

I

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.